Etichetta vincente: IRPO Acquavite di vinaccia

Etichetta vincente: IRPO Acquavite di vinaccia

L’art director Andrea Basile dello studio creativo BasileADV, ha coordinato il progetto identitario per l’Acquavite di vinnaccia IRPO. Il lavoro è frutto della somma di tante realtà e competenze differenti. Ogni soggetto coinvolto ha aggiunto la propria goccia di sapere per dar vita ad un lavoro, la cui qualità supera la somma delle singole parti.

Etichetta vincente: le selezioni de La Bottega

Etichetta vincente: le selezioni de La Bottega

Lo chef Francesco Gasbarro de La Bottega, ristorante Stella Michelin di Ginevra, seleziona ogni anno un birrificio toscano con cui produrre un’esclusiva birra artigianale, disponibile solo presso il ristorante stellato. Kidstudio si è occupato della Brand Identity del ristorante la Bottega e delle etichette della Selezione, trasformando un prodotto artigianale per eccellenza, in un gioiello dello stile italiano.

Etichetta vincente: Divenire 1818

Etichetta vincente: Divenire 1818

Ogni anno la cantina Le Corne dedica ad un’Opera di Gaetano Donizetti (rinomato compositore bergamasco) una edizione limitata di circa 2000 bottiglie di Pinot nero. Nel 2018 è uscito “Divenire 1818” dedicato al melodramma “Enrico di Borgogna”. Salvatore Santaniello che si occupa del progetto grafico, ha saputo interpretare quest’edizione con un’etichetta e due diversi elementi di packaging correlato, che suggeriscono un ordine superiore di qualità del prodotto stesso.

Etichetta vincente: Invero – Panettone in vasocottura

Etichetta vincente: Invero – Panettone in vasocottura

Un’etichetta vincente non è necessariamente un’etichetta con una grafica d’impatto. Un’etichetta minimale, priva di nobilitazioni speciali, racchiusa da un packaging prevalentemente bianco può risultare vincente, sopratutto se è l’output di un processo progettuale che poco lascia all’improvvisazione, dove la tradizione si sposa perfettamente con l’innovazione.

Etichetta vincente: Pecorino DOP – Cantina Tollo

Etichetta vincente: Pecorino DOP – Cantina Tollo

L’operazione di etichettamento di un vino non è certo una procedura moderna. Contemporaneo però è vedere la superficie di una bottiglia di vetro come supporto artistico, il che amplifica il valore del prodotto grazie al suo messaggio estetico. Non solo, in quest’ottica la stessa etichetta potrebbe trasformarsi in un oggetto da collezione e divenire addirittura una rarità.

Etichetta vincente: Filu Ferru

Etichetta vincente: Filu Ferru

Come si fa a raccontare con un’etichetta un prodotto complesso e dalla storia secolare?
Serve il giusto mix di ingredienti: un forte radicamento al territorio, radici solide di tipo culturale e una conoscenza delle eccellenze del territorio. Solo così il risultato sarà un progetto dalla forte identità, che protegge e rinnova una tradizione antica in cui si è in grado di riconoscersi e proporsi al mondo.